Appia

ASSOCIAZIONE PROVINCIALE PICCOLA
INDUSTRIA ARTIGIANATO di BELLUNO

A.P.P.I.A. - Associazione Provinciale Piccola Industria e Artigianato

È una libera organizzazione tra gli imprenditori della provincia di Belluno che rappresenta e tutela dal 1945, tra le prime in Italia, gli interessi dell’artigianato e delle piccole e medie imprese. È autonoma da qualsiasi organizzazione politica sociale ed economica.
continua

chi siamo

appia consulenze

CNA CNACNACNAL’Associazione Provinciale Piccola Industria e Artigianato – A.P.P.I.A. - è una libera organizzazione tra gli imprenditori della provincia di Belluno che rappresenta e tutela dal 1945, tra le prime in Italia, gli interessi dell’artigianato e delle piccole e medie imprese.
È autonoma da qualsiasi organizzazione politica sociale ed economica.
Oltre a Belluno è presente nelle sedi territoriali di Agordo, Canale d’Agordo, Cortina d’Ampezzo, Feltre, Alpago, Pieve di Cadore e Santo Stefano di Cadore.
È aderente ed affiliata al sistema della Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa CNA

Dallo statuto approvato dall’Assemblea del 28 Ottobre 2016


ART. 2 – SCOPI ATTIVITÀ

Scopi dell’A.P.P.I.A. sono:

a) La rappresentanza, la tutela e lo sviluppo delle micro, piccole e medie imprese, operanti nei settori dell’artigianato, dell’industria, del commercio e turismo, ed in generale del mondo dell’impresa e delle relative forme associate, degli artigiani del lavoro autonomo, dei professionisti nelle sue diverse espressioni, delle imprenditrici e degli imprenditori e dei pensionati.

La rappresentanza, la tutela e lo sviluppo si realizzano nei rapporti con le istituzioni pubbliche e private, la Pubblica Amministrazione, le organizzazioni politiche, economiche e sociali a livello territoriale, regionale, nazionale europeo ed internazionale;

b) promuovere il rafforzamento e la specificità della provincia di Belluno interamente montana, così come riconosciuto dalla legislazione nazionale e regionale, al fine di promuovere le pari opportunità di sviluppo e qualificazione dell’imprenditoria locale;

c) stipulare accordi e contratti di lavoro in ambito provinciale e partecipare d’intesa con i livelli nazionale e regionale alla stipula dei relativi accordi e contratti;

d) promuovere nello sviluppo economico e sociale della provincia e nella vita associativa le pari opportunità tra uomini e donne sviluppando politiche e proposte per la valorizzazione della risorsa imprenditoriale femminile.

Share by: